Menù principale

A Brindisi, 47enne di Bari muore in mare dopo aver salvato le figlie

A Brindisi, 47enne di Bari muore in mare dopo aver salvato le figlie
FONTE :La Gazzetta del Mezzogiorno

L’incidente è avvenuto nella spiaggia della Forcatella, nel Brindisino. In contemporanea a Rosamarina un imprenditore di Bari è stato salvato dalla furia delle onde
Giornata tragica sul litorale a nord di Brindisi: un 47enne di Bari è morto annegato dopo essere riuscito a salvare le due figliolette che rischiavano a loro volta di annegare nelle acque di Forcatella mentre un noto imprenditore, anch’egli barese, che faceva il bagno nel mare di Rosamarina di Ostuni è stato salvato in extremis dalla bagnina in servizio sulla spiaggia. Per il 47enne tuffatosi in soccorso della figlia purtroppo non c’è stato nulla da fare.

L’uomo si è accorto che le figlie erano in difficoltà mentre faceva il bagno nel mare antistante le calette del litorale fasanese alla Forcatella e si è immediatamente tuffato, le ha raggiunte ed è riuscito a portarle il più vicino possibile alla riva così che potessero cavarsela da sole ad uscire dal mare. Lui però non ce l’ha fatta. È stato risucchiato dalle onde e solo dopo sono riusciti a tirarlo su dalla scogliera, ma una volta arrivato il 118 per rianimarlo non si è potuto far altro che constatare il decesso.

Esito diverso per la vicenda che ha visto coinvolto, pochi chilometri più a sud, un noto imprenditore barese il quale, tuffatosi nello specchio d’acqua di Rosamarina, ha iniziato ad annaspare, complice anche il vento teso da nord ovest. La bagnina, Mery Tagliente, in servizio sulla spiaggia del lido «Cala Luna» però se ne è accorta immediatamente tuffandosi in soccorso dell’uomo che è stato subito condotto a riva e successivamente sottoposto ai controlli medici di rito. Per entrambi i casi è intervenuta la Capitaneria di porto di Brindisi, che ora coordina anche gli accertamenti tesi a far luce sulle cause del decesso del 47enne, prima vittima della stagione balneare del Brindisino.