Menù principale

A Taranto i percettori del reddito di cittadinanza controlleranno come vengono differenziati i rifiuti

A Taranto i percettori del reddito di cittadinanza controlleranno come vengono differenziati i rifiuti
Fonte : La Gazzetta del Mezzogiorno
Le «sentinelle», spiega una nota di Kyma Ambiente, «prima di essere impiegate, verranno adeguatamente preparate e istruite su tutte le tematiche legate alla raccolta differenziata
Offrire una possibilità formativa reale e al contempo potenziare i servizi per la raccolta differenziata. Questo è uno degli obiettivi principali del progetto sottoscritto da Kyma Ambiente e Comune di Taranto che vedrà impegnate 25 persone che percepiscono il reddito di cittadinanza in attività di supporto e divulgazione in tema di raccolta sostenibile dei rifiuti. Vista l’estensione della differenziata in altri quartieri della città, queste «sentinelle per l’ambiente» avranno il compito di essere sul campo, tra la gente, aiutando i cittadini a conferire correttamente rifiuti, a sensibilizzare i nuovi utenti su cosa e come dividere in base al tipo di frazione, fornire ausilio ai commercianti in sede di gestione dei rifiuti. Le 25 unità verranno impiegate a partire dai prossimi giorni, per 16 ore settimanali, per una durata complessiva di un anno. Le «sentinelle», spiega una nota di Kyma Ambiente, «prima di essere impiegate, verranno adeguatamente preparate e istruite su tutte le tematiche legate alla raccolta differenziata. Il programma è stato concretizzato grazie all’avviso pubblico emanato dal Comune di Taranto nel 2020 con cui si raccoglievano manifestazioni di interesse da parte di enti e privati a presentare i cosiddetti PUC: Progetti Utili alla Collettività».