Menù principale

Cardiologo imputato per corruzione: lunedì giudizio immediato

Cardiologo imputato per corruzione: lunedì giudizio immediato
Fonte : SENZACOLONNE news.it
Risponderà di corruzione per un atto contrario ai doveri di ufficio il cardiologo Domenico Palmisano, 54 anni, originario di Ceglie Messapica, nel processo con rito immediato che inizierà lunedì prossimo davanti ai giudici della sezione penale di Brindisi. Il medico è agli arresti domiciliari dal 26 ottobre scorso, giorno in cui le manette scattarono anche per gli imprenditori del settore sanitario Massimo Gabriele, Domenico Brunetti, Andrea Tantalo e Davide Lazazzara.
Il magistrato inquirente, Pierpaolo Montinaro, ha ritenuto sufficienti gli elementi indiziari raccolti dai carabinieri del Nas nel corso delle indagini preliminari e ha chiesto di processare il medico e gli imprenditori con rito immediato cristallizzando gli elementi sino a quel momento acquisiti.
Secondo le accuse, Palmisano fra il 2017 ed il 2022 avrebbe favorito i quattro fornitori di stent coronarici e di palloni in cambio di denaro o altri benefit.
Intanto, i difensori di Palmisano hanno presentato ricorso davanti alla Corte di Cassazione per chiedere la scarcerazione del cardiologo, respinta anche dal Tribunale del Riesame di Lecce che ha ritenuto sussistenti gli elementi alla base dell’ordinanza di arresti domiciliari firmata dal gip di Brindisi, Wilma Gilli.
I giudici dei riesame hanno evidenziato che Palmisano ordinava gli strumenti terapeutici, in cambio di denaro o altra utilità, direttamente ai fornitori, i quali avevano rapporti esclusivi con il cardiologo indagato e non con altri medici del reparto di Emodinamica dell’ospedale di Brindisi.