Menù principale

Consorzio Brindisi 4, approvato il bilancio di previsione per il triennio 2023-2025 Nasceranno due centri servizi di contrasto alla povertà a San Pancrazio Salentino e a Torre Santa Susanna

Consorzio Brindisi 4, approvato il bilancio di previsione per il triennio 2023-2025 Nasceranno due centri servizi di contrasto alla povertà a San Pancrazio Salentino e a Torre Santa Susanna

Fonte Brindisi Report

Intanto, nasceranno due centri servizi di contrasto alla povertà a San Pancrazio Salentino e a Torre Santa Susanna, una stazione di teleassistenza a Cellino San Marco
Per il secondo anno consecutivo si registra l’approvazione del Bilancio di Previsione per il triennio 2023 – 2025 del Consorzio BR4 nei termini normativi del 31 dicembre. Presieduta da Angelo Marasco, l’assemblea dei sindaci dell’ente, nel corso della sessione svoltasi mercoledì scorso (28 dicembre )presso la sede di via Santacesaria a Mesagne, ha discusso e approvato all’unanimità il documento contabile con funzione strategica evidenziando obiettivi, priorità e strumenti per realizzarli.

Nella relazione introduttiva, il presidente del Consorzio BR4 Antonio Calabrese ha passato in puntuale rassegna i risultati raggiunti nell’ultimo triennio, sottolineando la collaborazione che tutti i Comuni consorziati hanno garantito in questo tempo con l’obiettivo unico di rafforzare gli interventi già esistenti e di creare nuovi servizi. Il Centro ascolto famiglie “Marcella Di Levrano”, l’Assistenza domiciliare educativa, il Programma Pippi di Intervento per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione dei minori, il consolidamento dei servizi di Integrazione scolastica, di Adi e Sad, di segretariato sociale professionale – con l’introduzione, all’interno della struttura dell’ufficio di piano, delle figure professionali di mediatore familiare, culturale ed educatore/pedagogista – costituiscono esempi sempre più strutturati.

E si guarda al futuro: grazie ai fondi Pnrr e alle nuove risorse intercettate – fondi Pac per infanzia ed anziani, Pon Inclusione – il Consorzio punta a elevare la qualità delle prestazioni sociali in tutti i comuni dell’ambito. Un intento più che mai concreto. È infatti imminente l’avvio di 5 sezioni “Primavera” nei comuni di Erchie, Mesagne, San Pietro Vernotico, Torchiarolo e Torre Santa Susanna. Mentre, grazie alle misure Pnrr, prenderà forma una nuova programmazione del progetto Pippi, nasceranno due centri servizi di contrasto alla povertà a San Pancrazio Salentino e a Torre, una stazione di teleassistenza a Cellino San Marco. E ancora: una struttura a Mesagne all’interno della quale si opererà in modo specialistico per promuovere l’autonomia e l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità, e un gruppo appartamento per prevenire l’istituzionalizzazione delle persone anziane a San Pietro, al fine di favorirne il mantenimento nelle loro case, tra ambienti e abitudini familiari.

L’approvazione del bilancio, entro la scadenza di legge rispettata con grande impegno e soddisfazione, ha coinvolto tutte le componenti che con funzione diversa e complementare danno identità al Consorzio: sindaci e consiglieri di amministrazione, direttore e ufficio di piano, il segretariato sociale e professionale dell’Ambito dei Comuni che lo compongono. Cellino San Marco, Erchie, Latiano, Mesagne, San Donaci, San Pancrazio Salentino, San Pietro Vernotico, Torchiarolo e Torre Santa Susanna proseguono sempre più affiati e convergenti verso una prospettiva di intenti che parla ed esprime una visione istituzionale unitaria.
All’assemblea, oltre al sindaco del Comune di San Donaci Angelo Marasco in veste di presidente, sono intervenuti i sindaci Elio Ciccarese, Marco Marra, Cosimo Maiorano, Antonio Matarrelli, Michele Saccomanno e l’assessore Vincenzo Buccolieri, delegato dal sindaco di San Pancrazio Edmondo Moscatelli.