Menù principale

Corona virus, forse questione genetica: ricerca cofinanziata dalla Regione Puglia

Corona virus, forse questione genetica: ricerca cofinanziata dalla Regione Puglia
Fonte: Ni Notizie
Di Francesco Santoro:

Lo sviluppo del Covid-19 dipenderebbe dal patrimonio genetico. I geni di ciascun individuo potrebbero, quindi, spiegare la differenza tra soggetti “resistenti” e “sensibili” al Coronavirus, ovvero tra coloro i quali non si infettano nonostante un’esposizione ripetuta e le persone che, al contrario, si ammalano. Nell’ambito di un progetto di ricerca cofinanziato della Regione Puglia «che si inserisce nello studio internazionale “Covid human genetic effort”- fa sapere l’Asl di Bari- coordinato dal professor Jean-Laurent Casanova della Rockfeller University di New York», un gruppo di ricercatori ed esperti si interroga sull’incidenza dell’insieme dei caratteri genetici umani in relazione allo sviluppo della malattia.
Coordinano il progetto di ricerca il professor Graziano Pesole del dipartimento di Bioscienze, biotecnologie e biofarmaceutica dell’Università degli studi di Bari e dell’Ibiom- Cnr di Bari, e la professoressa Nicoletta Resta, direttrice del Laboratorio di genetica medica del Policlinico. Quanto, invece, allo studio dei soggetti “resistenti”, il gruppo collabora col dipartimento di Prevenzione della Asl barese diretto da Domenico Lagravinese, e con la dottoressa Maria Grazia Forte.
«La Puglia, con il suo servizio sanitario e i suoi centri di ricerca biomedica, si conferma ancora una volta capace di sviluppare temi di ricerca di altissimo livello internazionale –afferma l’assessore regionale alla Sanità, Pier Luigi Lopalco – portare la ricerca di eccellenza all’interno della vita vissuta del servizio sanitario nazionale sarà una sfida prioritaria della amministrazione regionale».