Menù principale

GOLETTA VERDE, STATO DEI MARI: BORRACO, CAMPOMARINO E TUTTA LA COSTA SALENTINA IN BUONA SALUTE

GOLETTA VERDE, STATO DEI MARI: BORRACO, CAMPOMARINO E TUTTA LA COSTA SALENTINA IN BUONA SALUTE
Fonte: La Voce di Maduria
Goletta Verde e dei Laghi ha presentato i risultati delle analisi microbiologiche eseguite sulle acque marine e lacustri in Puglia: tutti entro i limiti di legge i punti campionati dal team di volontarie e volontari di Legambiente in questa stagione 2022, nell’ambito delle due campagne estive che monitorano lo stato di salute di mari e laghi italiani, denunciandone le criticità e promuovendo esempi virtuosi di gestione e sostenibilità. Rispettivamente, sono 29 i punti monitorati da Goletta Verde lungo le coste della Puglia, 6 foci e 23 punti a mare, e due quelli campionati da Goletta dei Laghi sul Lago di Varano.
I dettagli delle analisi microbiologiche su acque marine e lacustri pugliesi
Nel dettaglio, tra l’11 e il 13 luglio scorsi, le volontarie e i volontari di Goletta Verde hanno campionato 29 punti lungo la costa pugliese, sei foci e 23 punti a mare, tutti risultati entro i limiti di legge: tre punti in provincia di Foggia, sei in quella di Barletta-Andria-Trani, quattro in provincia di Bari, cinque nella provincia di Brindisi, sei in quella di Lecce, cinque punti in provincia di Taranto. Tra questi Campomarino e San Pietro in Bevagna, rispettivamente marine di Maruggio e Manduria. A Campomarino i prelievi sono stati fatti in una spiaggi alibera non indicata mentre per il mare manduriano i campioni provengono dalla foce del fiume Borraco.
“Il monitoraggio di quest’anno premia la costa pugliese: un risultato ascrivibile probabilmente a una buona gestione del comparto pugliese ma anche alla siccità che imperiosa imperversa lungo tutto lo Stivale e che ha portato a secco molti dei già esigui canali della regione – dichiara Alice De Marco, portavoce di Goletta Verde – Un risultato positivo di questo genere, tuttavia, non deve certo fare abbassare la guardia sullo stato di salute delle acque marine pugliesi, ma anzi spingere a implementare azioni virtuose e investimenti per mantenerlo, e a ricercare sempre una buona performance delle acque di balneazione, a vantaggio di cittadini, turisti e territorio”.