Menù principale

Nella Salina dei Monaci a Torre Colimena dove l’acqua si è quasi del tutto prosciugata. ««Dove sono finiti i fenicotteri e tutti gli altri meravigliosi volatili?>>

Nella Salina dei Monaci a Torre Colimena dove l’acqua si è quasi del tutto prosciugata. ««Dove sono finiti i fenicotteri e tutti gli altri meravigliosi volatili?>>
Fonte: La Voce di Manduria
«Dove sono finiti i fenicotteri e tutti gli altri meravigliosi volatili che io ed i miei bambini ammiravamo gli anni passati?», e «cosa sarebbe questa distesa arida bianchiccia al posto della meravigliosa salina?».
Sono solo alcuni messaggi, nelle mail e telefonate, che stanno giungendo in redazione in queste ore ed in questi giorni da parte di numerosi lettori che lamentano e denunciano, alcuni in modo vigoroso, lo stato della Salina dei Monaci a Torre Colimena dove l’acqua si è quasi del tutto prosciugata. «Sembra essere tornati 40 anni indietro quando d’estate la salina era così secca da permettere di giocarci a pallone», scrive un avetranese che s ea prende con i manduriani. «Se a Manduria pensano che questo sia il modo di tenere una riserva naturale – dice -, i fenicotteri e gli uccelli stanziali non li vedremo più».
La causa del prosciugamento, oltre alle alte temperature, sarebbe l’intasamento del canale che collega la salina con il mare.
Complice anche l’arrivo di numerosi turisti che negli ultimi anni hanno scelto la località balneare a ridosso della riserva naturale manduriana, in queste ultime ore siamo stati letteralmente sommersi da lamentele, foto-denunce e richieste di informazioni. E le foto a corredo di questo articolo, giunte da molti nostri lettori, testimoniamo, ancora una volta, come la salina dei Monaci, autentico luogo di richiamo e di attrazione per tantissimi turisti e gente del posto amanti della natura e della tranquillità naturalistica, sia diventata, in piena estate, un’area secca ed arida, lontano ricordo di quella meravigliosa distesa d’acqua blu intenso che ospitava un variegato numero di uccelli selvatici, irresistibile attrattiva per visitatori e turisti da ogni parte. Tutto quanto sparito a causa, come si può vedere dalle foto, del canale di collegamento al mare che risulta completamente ostruito dalla sabbia.
Un fenomeno normale niente di allarmante o di metafisico, facilmente risolvibile con una accurata e tempestiva pulizia del fondale cosa che, evidentemente, non viene eseguita da parecchio tempo.
Gabrio Distratis