Menù principale

ORIA E CISTERNINO SI CONFERMANO TRA I BORGHI PIÙ BELLI D’ITALIA: RINNOVATE LE BANDIERE ARANCIONI

ORIA E CISTERNINO SI CONFERMANO TRA I BORGHI PIÙ BELLI D’ITALIA: RINNOVATE LE BANDIERE ARANCIONI

Fonte: Lo Strillone

Tra i 262 borghi italiani più belli dell’entroterra figurano anche Oria e Cisternino, che si confermano nel novero dei 12 centri pugliesi insigniti dal Touring Club Italia con la Bandiera Arancione. Il rinnovo del riconoscimento (che avviene ogni tre anni) conferma come tanto Oria quanto Cisternino, grazie al loro patrimonio storico, culturale e ambientale, siano a tutt’oggi a misura di turista.

In Puglia sono arancioni anche: Alberona, Bovino, Orsara di Puglia, Pietramontecorvino, Rocchetta Sant’Antonio, Sant’Agata di Puglia, Troia (Foggia), Corigliano d’Otranto e Specchia (Lecce), Locorotondo (Bari),

“La Bandiera Arancione è pensata dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita – dichiara di Cisternino il sindaco Luca Convertini – viene assegnata alle località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità.”

“Il marchio ha una validità temporanea – continua il primo cittadino – ogni tre anni i Comuni devono ripresentare la candidatura ed essere sottoposti all’analisi del Tci che verifica la sussistenza degli standard previsti e garantisce così ai viaggiatori un costante monitoraggio della qualità dell’offerta turistica e alle amministrazioni uno stimolo al miglioramento continuo. Noi siamo riusciti.”

Così invece la sindaca di Oria Maria Lucia Carone: “Siamo orgogliosi di tale premio, conferito solo a quei Comuni che hanno dimostrato di aver adottato le misure necessarie a tutela dell’ambiente, del patrimonio, dei servizi alla società civile e che hanno raggiunto obiettivi importanti in questi settori”.

“Per il raggiungimento di tale traguardo – continua – vi è stato l’impegno di molti. In primis della cittadinanza tutta laddove, nel rispetto delle norme, ha contribuito al miglioramento e tutela dell’ambiente, degli operatori locali e di tutte le associazioni, di professionisti che in questi anni si sono particolarmente impegnati nella promozione turistica e culturale del nostro paese. Non da meno è da considerarsi l’impegno del personale del Comune e dei volontari del servizio civile che hanno curato tutta la pratica amministrativa in modo lodevole. A tutti indistintamente va il nostro grazie di cuore.”