Menù principale

ORIA, RILEVATORI AUTOMATICI DELLA VELOCITÀ SU CIRCONVALLAZIONE E PROVINCIALE PER MANDURIA

ORIA, RILEVATORI AUTOMATICI DELLA VELOCITÀ SU CIRCONVALLAZIONE E PROVINCIALE PER MANDURIA
Fonte :Lo Strillone
Questa mattina, il comandante della polizia locale di Oria Angelo Chirulli – così come indicato in precedenza dall’Amministrazione – ha firmato una determina per noleggiare due apparecchiature photored, ossia due rilevatori fissi della velocità, che si aggiungeranno al già famigerato autovelox.
Gli apparecchi saranno installati lungo la strada provinciale 51 (Francavilla Fontana – Cellino San Marco, circonvallazione di Oria) in direzione Cellino e lungo la strada provinciale Oria – Manduria in direzione Manduria.
La novità è come sempre presentata come finalizzata a garantire una maggiore sicurezza nella circolazione stradale, ma è chiaro che potrebbe anche portare un po’ di risorse nelle casse comunali.
Inizialmente si tratterà di una prova per stimare il numero di infrazioni commesse e “per perfezionare i procedimenti relativi all’accertamento, alla stampa, alla notifica, alla gestione dei ricorsi ricevuti e agli ulteriori adempimenti di legge sino al recupero delle infrazioni non oblate nel primo termine di legge”.
Da un’indagine di mercato sul mercato elettronico di Consip Spa (concessionaria del Ministero dell’economia e delle finanze), su piattaforma Mepa, è emersa un’offerta “abbastanza concorrenziale” in termini di apparecchiature e servizi come quelli richiesti. Si tratta dell’offerta di “Italtraff Srl” con sede proprio a Manduria: oltre al noleggio, anche servizi di supporto – da pagare a incasso avvenuto – per alleggerire i compiti della polizia locale, che dovrebbe solo occuparsi dell’accertamento delle infrazioni.
Di qui la richiesta vera e propria a Italtraff di fornire “entro la somma di € 139.000 oltre IVA” i due macchinari e tutti i servizi di manutenzione e supporto indicati nell’offerta.
Insomma, l’Amministrazione Carone punta decisa sulla sicurezza stradale: dopo l’impiego costante dell’autovelox e l’impiego massiccio del servizio parcheggi a pagamento, ecco i photored. Ma guai a dire che si tratti di modi per rimpinguare i forzieri comunali. Nulla, però, vieta di pensarlo. Nel dubbio, la soluzione è semplice: rispettare il Codice della strada.