Menù principale

Rischia d’investire un ragazzo, rompe un’auto e poi fugge via

Rischia d’investire un ragazzo, rompe un’auto e poi fugge via
Fonte: Lo Strillone

Se fosse andata peggio, si sarebbe tranquillamente potuto parlare di una tragedia. La prontezza di riflessi di un bambino di 12 anni ha scongiurato il peggio, a prescindere dai danni materiali. E poi c’è un altro aspetto: un automobilista, per meglio dire un pirata della strada, che fugge a mo’ di coniglio. Senza che le pur numerose telecamere presenti nella zona l’abbiano immortalato.
“Oria, città omertosa”, ha commentato sui social il marito della donna cui è capitata questa disavventura. Suo figlio, infatti, avrebbe fatto appena in tempo a infilarsi nell’auto, nell’uscire dal parrucchiere, quando un altro veicolo ma soprattutto il suo conducente hanno attentato all’incolumità di mamma e figlio.
Erano le 15.10 circa di mercoledì 21 settembre e la donna aveva parcheggiato la sua auto, una Volkswagen Polo di colore grigio, proprio in prossimità del coiffeur in via dei Cretesi a Oria, non lontano dal palazzo di città
“Lo stridìo delle ruote sull’asfalto – racconta suo padre – attira l’attenzione del ragazzo intento ad entrare nell’auto della madre; rendendosi conto della situazione di pericolo, con grande prontezza di spirito, riesce a catapultarsi all’interno dell’autovettura della madre per mettersi al riparo ma non riesce a chiudere del tutto lo sportello della macchina. L’auto che sopraggiunge ad alta velocità impatta violentemente con l’auto parcheggiata; il conducente è, forse, abbagliato dal sole che a quell’ora è già basso e, probabilmente, non vede sia l’auto parcheggiata che il ragazzo in mezzo alla strada.
La macchina parcheggiata subisce gravi danni: lo sportello da cui entrava il ragazzo è accartocciato; il piantone dello sportello è anch’esso deformato; l’auto compie, in seguito all’impatto, una rotazione e la parte posteriore della stessa si sposta di circa 20 cm mentre la ruota anteriore sinistra danneggia anche il marciapiede adiacente.Il ragazzo è vivo per miracolo e riporta solo una leggera contusione al ginocchio perché, in seguito all’impatto tra le due auto, urta con la gamba sinistra contro una parte rigida all’interno dell’autovettura della madre. Una frazione di secondo in ritardo e il ragazzo sarebbe stato stritolato tra lo sportello e l’auto che sopraggiungeva”.
Ma che fine ha fatto l’auto che è andata a impattare violentemente sull’auto parcheggiata?
Non si è fermata ed è scomparsa. Il conducente si è dileguato senza neanche fermarsi per accertarsi che il ragazzo non si fosse fatto male.
La mamma, scossa dall’accaduto e anch’essa abbagliata dal sole, non è riuscita a prendere il numero di targa dell’auto sulla quale viaggiava il presunto pirata della strada.