Menù principale

Tocca il sedere alla fidanzata di un amico e quest’ultimo lo aggredisce con un pugno, spedendolo in ospedale in gravissime condizioni.

Tocca il sedere alla fidanzata di un amico e quest’ultimo lo aggredisce con un pugno, spedendolo in ospedale in gravissime condizioni.
Fonte Corriere Salentino
Festa rovinata e tragedia sfiorata la notte di San Silvestro a Ruffano, dove un 21enne di Ugento è stato colpito al volto con un pugno ed ora è ricoverato in Rianimazione, al Vito Fazzi di Lecce, dopo avere riportato anche una frattura alla tempia.
Tutto è accaduto all’esterno di un locale dov’era in corso una serata per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Ad un certo punto, come detto, il ventunenne ugentino avrebbe allungato le mani sul sedere della fidanzata di un amico, anche lui di 21 anni, con cui si trovava nel locale.
La violenza è scattata quando i due ragazzi sono usciti nel parcheggio per “chiarimenti” e la vittima è stata colpita al volto da un pugno, che l’ha poi fatta cadere per terra e sbattere la testa.
Le condizioni del 21enne sono apparse subito molto gravi. Soccorso da un’ambulanza del 118, è stato trasportato d’urgenza e con “codice rosso” in ospedale, dove è stato poi anche sottoposto ad intervento. Le sue condizioni sono gravissime, la sua prognosi ovviamente riservata.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Ruffano, che hanno ricostruito i fatti grazie alle testimonianze dei presenti, appurando così che il ventunenne non si era ferito dopo essere caduto – come alcuni ragazzi avevano sostenuto in un primo momento – ma che era stato aggredito dall’amico, G.B. le sue iniziali, poi denunciato dai militari per lesioni gravissime.