Menù principale

Un’ auto con a bordo due uomini della Marina Militare si è scontrata con un camion fermo sul ciglio della via e risultato rubato. Entrambi militari versano in gravi condizioni. Fonte Brindisi Report

Un’ auto con a bordo due uomini della Marina Militare si è scontrata con un camion fermo sul ciglio della via e risultato rubato. Entrambi militari versano in gravi condizioni.
Fonte Brindisi Report

In caserma non ci sono mai arrivati a causa del violento impatto avvenuto all’alba. L’auto con a bordo due uomini della Marina Militare, provenienti da Gallipoli, si scontra con un camion fermo sul ciglio della via e risultato rubato: entrambi si trovano ora in gravi condizioni.
L’incidente si è verificato intorno alle 5 e mezzo lungo la provinciale 17 che collega la Città Bella al litorale di Nardò, all’altezza della nota discoteca “Quartiere Latino”. Sulla Citroen viaggiavano i due militari, diretti in caserma a Brindisi e in servizio presso la “Brigata marina San Marco”. Lo scontro è avvenuto con un Iveco Daily, a bordo del quale si trovavano invece dei cittadini originari del Maghreb. Il camion, risultato poi oggetto di furto, si trovava a bordo strada e non era in marcia.
Stando a una prima, sommaria ricostruzione – ancora in fase di definizione – i due militari avrebbero cercato di scansare quell’ingombrante ostacolo sbandando con violenza. La loro auto, dopo una brusca manovra, si è rovesciata sul manto stradale. I passeggeri del furgoncino sono rimasti illesi: soltanto escoriazioni di poco conto medicate sul posto. Lesioni gravi, invece, per entrambi i militari.
Si tratta rispettivamente di un capo e di un sotto capo seconda classe, provenienti da Gallipoli. Sono stati estratti dall’abitacolo deformato dall’urto dai vigili del fuoco del comando provinciale, sopraggiunti con gli strumenti per tagliare le lamiere. Soccorsi immediatamente dal personale del 118, sono stati accompagnati d’urgenza negli ospedali di Lecce e Gallipoli, dove si trovano in prognosi riservata nei reparti di Rianimazione. Uno dei due avrebbe rimediato delle ferite davvero preoccupanti al cranio e ora il personale medico sta facendo di tutto per far sì che il quadro clinico possa migliorare.
Sul luogo del sinistro sono intervenuti gli agenti della polizia stradale e i carabinieri della compagnia di Gallipoli per i rilievi e per dirigere la viabilità fino al termine delle operazioni di soccorso e di rimozione dei veicoli coinvolti. Questi ultimi, su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, sono stati posti sotto sequestro. Vi sarebbero inoltre alcuni accertamenti sulla provenienza del fugoncino e sull’eventuale posizione inidonea che potrebbe aver concorso delle concause che hanno determinato il grave sinistro.