Menù principale

21 APRILE 2020 notizie di cronaca

CITTADINO DI GUAGNANO DENUNCIATO PER AUTOCERTIFICAZIONE MENDACE
I carabinieri di Torre Santa Susanna, nel corso Delle attività di controllo ispettive per il contenimento della diffusione del CORONAVIRUS dopo aver effettuato gli accertamenti di rito , denunciavano a piede libero un 41enne residente a Guagnano (Lecce), per falsa attestazione a pubblico ufficiale. L’uomo, infatti,aveva sottoscritto un’autocertificazione riscontrata mendace.

Denunciati un uomo e una donna per gestione non autorizzata di rifiuti speciali
Fonte Lo Strillone del 16 aprile 2020
I carabinieri della Stazione di Torre Santa Susanna, congiuntamente ai militari del Nucleo operativo ecologico di Lecce, hanno denunciato a piede libero una 64enne di Torre Santa Susanna e un 43enne residente a Guagnano (Lecce), per i reati di gestione non autorizzata di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi e ricettazione.Il 43enne, nel corso di un normale servizio di controllo del territorio, è stato notato dai carabinieri mentre scaricava dei rifiuti ferrosi da un autocarro, all’interno di un’area prospiciente la sua abitazione.

Dopo aver scaricato, il 41enne è uscito dall’area a bordo dell’autocarro e si è diretto verso San Pancrazio Salentino. Successivamente è stato fermato dai carabinieri che sul cassone hanno rinvenuto rifiuti speciali – una lavatrice, alcune batterie al piombo, pannelli metallici, parti di condizionatori fuori uso, cavi elettrici, RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) ed imballaggi metallici.

A questo punto è stata controllata l’area nella quale il 43enne aveva scaricato i rifiuti, nel comune di Torre Santa Susanna, ed è stata accertata l’esistenza di una discarica di circa 600 metri quadri sulla quale erano stoccati rifiuti speciali quali vetro, legno, plastiche varie, rifiuti ferrosi e non ferrosi, nonché tre autocarri con il cassone carico di rifiuti.

Accertata la mancanza di autorizzazione allo stoccaggio o alla gestione dei rifiuti speciali pericolosi, i militari hanno proceduto alla denuncia del 43enne e della 64enne (quest’ultima proprietaria dell’area) ed al sequestro dell’area stessa, nonché alla contestazione della violazione per aver realizzato, in maniera incontrollata, uno stoccaggio di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi in un’area non autorizzata a riceverli.

L’autocarro utilizzato per trasportare e scaricare i rifiuti è stato anch’esso sottoposto a sequestro.

IN POCHI SECONDI RUBANO UN AUTO

fonte brindisireport.it

Poco meno di 50 secondi per far sparire un’auto. E’ quella che è accaduto giovedì 16 aprile intorno alle 21 a Torre Santa Susanna. La proprietaria dell’autovettura, una Lancia Y, era rientrata a casa da lavoro verso le 20,30, parcheggiando l’auto proprio sotto casa come è solita fare. La signora è, così, salita in casa ha preso il sacchetto della spazzatura che ha riposto davanti al cancello ed è ritornata nella propria abitazione. Per pochi secondi non ha assistito alla scena del furto dell’auto da parte di due ladri che hanno aperto lo sportello, manomesso il quadro e spinto la Lancia Y fino a farla partire. Il tutto in 40 secondi. La signora ha sporto denuncia presso la stazione carabinieri di Torre Santa Susanna.