Menù principale

Ancora truffe “porta a porta” da parte di falsi tecnici, questa volta dell’Enel con tanto di pettorina e moduli da compilare

Ancora truffe “porta a porta” da parte di falsi tecnici, questa volta dell’Enel con tanto di pettorina e moduli da compilare

Fonte : Brindisi Report

Ancora truffe “porta a porta” da parte di falsi tecnici, questa volta dell’Enel con tanto di pettorina e moduli da compilare. Diversi episodi si sarebbero già verificati nel Comune di San Vito dei Normanni negli ultimi giorni, utilizzano stratagemmi ormai ben collaudati per introdursi nelle case di persone, anziane e non, con l’intento di derubarle. Secondo le prime informazioni, si tratterebbe di tre persone tra le quali una donna, con pantaloni e camicia nera e muniti di pettorina con in vista la scritta “Enel”.

Tanto che è stata direttamente la sindaca Silvana Errico a rivolgere un appello ai cittadini: “Mi è appena giunta notizia di sedicenti dipendenti dell’Enel che negli ultimi giorni si aggirerebbero, muniti di pettorina, sul territorio comunale e proporrebbero, soprattutto a persone anziane e sole, contratti di servizi potenzialmente configuranti delle truffe. Naturalmente non ho strumenti per ritenere fondata la notizia, tuttavia ho ritenuto di allertare sia il comandante della compagnia carabinieri quanto il comandante della polizia locale affinché diramino al personale specifici ordini di servizio volti all’identificazione di persone intente a tali attività. Ciò al fine di rassicurare la cittadinanza ed impedire raggiri. Qualora i cittadini dovessero notare comportamenti sospetti potranno contattare i carabinieri o la polizia locale che interverranno tempestivamente per gli accertamenti del caso”.

Da qualche anno le forze dell’ordine hanno messo in atto una strategia preventiva, organizzando incontri con la popolazione per spiegare come riconoscere le tecniche di raggiro utilizzate dai truffatori e per preparare i cittadini nell’eventualità si trovasse in presenza di un malvivente. Grazie a quest’attività, il fenomeno sembra essersi ridotto ma è ancora presente.