Menù principale

BLACKOUT PRESSO LE MARINE A SUD DI BRINDISI, A TORCHIAROLO, SAN PIETRO VERNOTICO, ERCHIE E TORRE SANTA SUSANNA. I TECNICI DI E-DISTRIBUZIONE AL LAVORO

FORTE CALDO: CENTRALINE IN TILT, CENTINAIA DI FAMIGLIE SENZA ENERGIA ELETTRICA
BLACKOUT PRESSO LE MARINE A SUD DI BRINDISI, A TORCHIAROLO, SAN PIETRO VERNOTICO, ERCHIE E TORRE SANTA SUSANNA. I TECNICI DI E-DISTRIBUZIONE AL LAVORO
Fonte Brindisi Report
– Il caldo ha messo ko numerose centraline. Centinaia di famiglie in provincia di Brindisi sono senza energia elettrica. Inizialmente il disagio ha riguardato circa 900 utenze delle marine di Torchiarolo e San Pietro Vernotico (Campo di Mare e Torre San Gennaro su tutte), ma nell’arco del pomeriggio i blackout hanno riguardato anche i comuni di San Pietro Vernotico, Erchie e Torre Santa Susanna, lasciando a secco centinaia di utenze. I tecnici di E-Distribuzione, a lavoro dalle 10:30 circa, stanno provvedendo all’installazione di una Power Station per rialimentare la clientela e allo stesso tempo si stanno dedicando alla riparazione definitiva del guasto.

Intorno alle ore 17 sono arrivati nella zona delle marine 6 gruppi elettrogeni, tre dei quali sono già stati messi in funzione e stanno alimentando le utenze. Altri tre sono in corso di installazione e a breve saranno tutti operativi. Un gruppo elettrogeno è in arrivo anche a Erchie, dove sono circa 300 i clienti senza energia elettrica per un guasto di cabina.

“Dal 22 giugno – si legge in una nota di E-Distribuzione – il caldo eccezionale che interessa la Puglia sta determinato diversi guasti alla rete elettrica gestita dall’azienda del gruppo Enel. Nella stragrande maggioranza dei casi questi guasti hanno provocato ai clienti disalimentazioni di pochi minuti risolte grazie a moderne apparecchiature installate sulla rete che ne consentono il telecontrollo”.

“Purtroppo in alcuni casi, la presenza contemporanea di più guasti, ha richiesto tempi più lunghi in quanto è stato necessario provvedere alla riparazione o, per cercare di ridurre i tempi, all’installazione di power station (gruppi elettrogeni), come per il guasto occorso a Torchiarolo. E-Distribuzione era in allerta e ha incrementato il personale reperibile h24. L’azienda sta operando in tutta la regione con turni continuativi e avvicendati di oltre 300 tecnici, provenienti anche dalle Marche, Abruzzo e Molise oltre a 200 tecnici di imprese esterne. Per l’individuazione dei punti guasti stanno inoltre operando 15 laboratori mobili (1 proveniente dal Veneto, 1 dall’Abruzzo e 1 dl Molise), in grado attraverso il lancio di impulsi di individuare il punto sotterraneo preciso in cui il cavo si è guastato e quindi procedere con lo scavo e la riparazione”.