Menù principale

Covid, il report dell’Istituto Superiore di Sanità conferma “Virus meno letale del passato”.

Covid, il report dell’Istituto Superiore di Sanità conferma “Virus meno letale del passato”.

Fonte Corriere Salentino
PUGLIA – L’Istituto Superiore di Sanità ora ha i dati incontestabili che confermano una verità risaputa: il virus produce solo delle forme influenzali lievi, non più le pericolose polmoniti. L’ISS afferma che il Cfr (case fatality rate), che è il numero di decessi sulla popolazione dei casi diagnosticati e notificati, che permette di avere una misura mensile del tasso di letalità della malattia da Sars-Cov-2, è diminuito dal 19,6% dell’inizio della pandemia allo 0,2% di agosto 2022. È anche vero che stabilire il numero di decessi per COVID è qualcosa di arduo, calcolando che tutti gli anziani che muoiono con questa malattia scatenata dalle variazioni del SARS-Cov-2 sono già affetti da patologie gravi preesistenti. A gennaio 2021 il Cfr grezzo risultava pari a 2,4% mentre a gennaio di quest’anno è sceso a 0,2%: sono i dati del report esteso dell’Istituto superiore di sanità su “Covid-19: sorveglianza, impatto delle infezioni ed efficacia vaccinale”. Dunque, tutto confermato, anche quello che ci avevano detto i medici in prima linea: il covid-19 è ormai una normale influenza.