Menù principale

ESPLOSIVO C4 E NSP86 RINVENUTO IN UNA NICCHIA RICAVATA SULLA PARETE DI UN CASOLARE IN DISUSO SITUATO NEL TERRITORIO DI MESAGNE

ESPLOSIVO C4 E NSP86 RINVENUTO IN UNA NICCHIA RICAVATA SULLA PARETE DI UN CASOLARE IN DISUSO SITUATO NEL TERRITORIO DI MESAGNE
Fonte: senzacolonnenews.it

Due chili e mezzo di esplosivo C4 e NSP86 sono stati rinvenuti in una nicchia ricavata sulla parete di un casolare in disuso situato nel territorio di Mesagne, nella stessa area in cui, nello scorso mese di maggio, erano stati sequestrati 2,136 chili di esplosivo al plastico.
La scoperta è avvenuta nel corso di un’operazione che ha visto impegnati elementi della Squadra Mobile della Questura di Brindisi e poliziotti del locale Commissariato della città messapica, che congiuntamente hanno svolto attività finalizzate al contrasto dei reati in materia di armi e di materiale esplodente.
È stato immediatamente richiesto sul posto l’intervento di personale del Nucleo Artificieri Antisabotaggio della Polizia di Stato che, una volta esaminata la tipologia dell’esplosivo e accertatane la pericolosità, ha attivato i necessari protocolli di messa in sicurezza.
L’attività svolta dalla Polizia di Stato riveste notevole importanza nell’ottica della prevenzione di reati particolarmente gravi, dal momento che l’esplosivo del tipo rinvenuto oggi, in special modo quello C4, è notoriamente impiegato per il confezionamento di ordigni da parte del crimine organizzato.
Marina Poci