Menù principale

I carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro di Brindisi accertano illiceità nei confronti di sei persone tra imprenditori, committenti dei lavori e lavoratori.

I carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro di Brindisi accertano illiceità nei confronti di sei persone tra imprenditori, committenti dei lavori e lavoratori.
Fonte: Lo Strillone
I carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro di Brindisi erano partiti da una serie di controlli a campione in tema di green pass e i controlli hanno dato esito negativo (o positivo, dipende tutto dal punto d’osservazione) nel senso che lavoratori e aziende sono risultati in regola. Gli accertamenti condotti dall’8 al 21 ottobre scorsi nei settori edile e agricolo in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro, però, hanno consentito di far emergere altre illiceità nei confronti di sei persone tra imprenditori, committenti dei lavori e lavoratori: a loro carico denunce a piede libero – soprattutto per omissioni in merito a vigilanza sanitaria, difetto dei requisiti tecnico- professionali e impiego di manodopera in nero – oltre che sanzioni pecuniarie per un ammontare superiore complessivamente a 40mila euro. L’attività dei militari specializzati dell’Arma si è concentrata, in particolare, nei territori di Francavilla Fontana, Cisternino e Fasano. Sono tuttora in corso, e proseguiranno anche nei prossimi giorni, nuove ispezioni finalizzate alla prevenzione e, se del caso, alla repressione di condotte che possano minare il corretto, legale e sicuro svolgimento delle ordinarie attività lavorative presso cantieri, terreni e altre sedi produttive e occupazionali.