Menù principale

In soli cinque giorni sono 127 i contagi nel comune di Mesagne, 52 solo ieri 23 aprile ‘21.

In soli cinque giorni sono 127 i contagi nel comune di Mesagne, 52 solo ieri 23 aprile ‘21.
Fonte : Brindisi Oggi
MESAGNE – “Numeri paurosi di contagiati nella nostra città”, il sindaco di Mesagne Tony Matarrelli nella tarda serata di ieri ha lanciato un appello in diretta ai suoi concittadini. In soli cinque giorni sono 127 i contagi nel comune di Mesagne, 52 solo ieri. “Sono numeri paurosi mai visti nella nostra citta – ha detto Matarrelli – Questo lascia presagire che i numeri aumenteranno nei prossimi giorni. Abbiamo numerosi focolai in città. Abbiamo un focolaio in una industria conserviera che ora non sta operando, dove tutti sono stati sottoposti a tampone. Inoltre c’è un focolaio nella scuola dell’infanzia Mirò dove ci sono diversi bambini contagiati, a causa della variante inglese molto contagiosa. Il preside ha disposto la chiusura della scuola. Io sento il bisogno di chiedere ai mesagnesi un sacrificio enorme – ha aggiunto – affinchè i focolai siano messi in sicurezza. Servono 15 giorni di isolamento assoluto, limitate al massimo i contatti”. Il sindaco teme in particolar modo per i prossimi giorni quando la Puglia tornerà dal 26 zona arancione. “Vi prego, vi supplico – ha concluso – evitiamo ogni luogo in cui ci siano altre persone. Evitiamo di andare anche a casa dei nostri cari”.

Dopo i numerosi contagi il sindaco ha emesso nella giornata di oggi un’ordinanza valida da subito sino al 2 maggio, con la quale dispone: la sospensione delle attività didattiche in presenza di tutte le Scuole di ogni ordine e
grado del territorio comunale, comprese le scuole paritarie; la sospensione delle attività dei servizi educativi di gestione pubblica (Asilo Nido comunale) e privata presenti sul territorio; la chiusura temporanea di tutti gli impianti sportivi comunali, campetti di quartiere nonché delle aree gioco ed aree attrezzate presenti all’interno di parchi, giardini e piazze comunali; la chiusura dei distributori automatici per la somministrazione di alimenti e bevande, presenti sul territorio comunale, dalle ore 18:00 alle ore 05:00 del giorno
successivo; la chiusura di tutti i mercati presenti sul territorio comunale, ad esclusione degli operatori che svolgono attività dirette alla vendita di soli generi alimentari; il divieto di stazionamento delle persone dalle ore 05.00 alle ore 22.00 nelle aree pubbliche.