Menù principale

Invalida e ultranovantenne, 48 ore per una diagnosi al pronto soccorso

Invalida e ultranovantenne, 48 ore per una diagnosi al pronto soccorso

Fonte: brindisireport.it 22 Febbraio 2021
BRINDISI – Quasi due giorni su una barella del pronto soccorso dell’ospedale Perrino di Brindisi in attesa di essere dimessa o trasferita nel reparto. E’ quanto accaduto ad una anziana di Ceglie Messapica, 94enne e invalida al 100 percento, anche, a causa di un ictus avuto lo scorso agosto e che l’ha costretta a tre mesi di riabilitazione in un centro specializzato. La donna, è arrivata al Perrino sabato 20 febbraio 2021 intorno alle ore 11 con l’ambulanza del 118. Nelle ore precedenti aveva accusato forte mal di testa fino a rimettere. Così, i sanitari giunti presso l’abitazione della figlia dove l’anziana vive, fatta la prima valutazione dopo l’accertamento dei parametri, decidono di trasportarla presso il vicino pronto soccorso del Camberlingo di Francavilla Fontana. Durante il trasporto, però, secondo il racconto dei familiari, incrociano il medico sulla strada che, nonostante il “codice azzurro” ( urgenza differibile con attesa di 60 minuti), decide il dirottamento dell’anziana al pronto soccorso del Perrino di Brindisi.