Menù principale

L’Austria in lockdown fino al 12 dicembre: “Vaccino sarà obbligatorio”

L’Austria in lockdown fino al 12 dicembre: “Vaccino sarà obbligatorio”

Fonte EUROPATODAY

La decisione di Vienna, che aveva provato a contenere l’epidemia con misure ad hoc per i non vaccinati: “Da loro un attacco al sistema sanitario”

 

 

Le restrizioni ad hoc per i soli non vaccinati non bastano. L’Austria ha deciso di imporre un lockdown generale dopo l’aumento dei contagi e dei ricoveri degli ultimi giorni. Il lockdown durerà 20 giorni, per poi proseguire per chi non è vaccinato. Altra novità: il vaccino sarà obbligatorio per tutti.

 

“Nonostante mesi di persuasione, non siamo riusciti a convincere abbastanza persone a farsi vaccinare”, ha detto il cancelliere Alexander Schallenberg in una conferenza stampa nello stato del Tirolo occidentale, dove ha incontrato i capi del governo regionale. Il cancelliere accusato coloro che rifiutano di essere vaccinati di aver fatto un “attacco al sistema sanitario”.

 

“Non è stato facile, ma era necessario”, ha detto il ministro della Sanità Wolfgang Muckstein annunciando le nuove misure. Il lockdown dovrebbe scattare luendì. Stando a quanto dichiarato dal governo, sebbene le ultime misure abbiano causato un aumento delle vaccinazioni, non sono state sufficienti. Da qui la chiusura dei negozi non essenziali e il ritorno all’insegnamento a distanza, salvo per alcuni casi. I bambini che faranno lezioni di presenza dovranno indossare la mascherina. Altra misura riguarda il Green pass, che per i vaccinati durerà 7 mesi dopo la seconda dose. Da febbraio, invece, dovrebbe scattare l’obbligo di vaccinazione per tutta la popolazione.

 

L’Austria aveva lanciato un lockdown mirato ai non vaccinati con il cosiddetto 2G, ossia accesso a ristoranti e altri luoghi pubblici solo a vaccinati e guariti dal Covid. Questa regola dovrebbe tornare in vigore dal 13 dicembre, data fissata per il ritorno alla (semi) normalità.

 

Il Paese sta attualmente affrontando uno dei peggiori focolai del virus in Europa. Oggi ha registrato 15.145 nuovi casi e ha un’incidenza a sette giorni di 989 casi ogni 100mila abitanti. Il picco della più grande ondata di infezioni prima di questo è stato di 9.586 circa un anno fa, quando il Paese è entrato in pieno confinamento. Al momento solo il 65 per cento dei cittadini è completamente vaccinato.