Menù principale

Lopalco: “Numeri da zona arancione in Puglia, siamo in piena terza ondata”

Lopalco: “Numeri da zona arancione in Puglia, siamo in piena terza ondata”
Fonte :brindisireport.it
BRINDISI – “I dati della in Puglia sono da zona arancione”. L’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco, ha fatto il punto della situazione sull’andamento della pandemia nel corso di una visita presso l’hub vaccinale allestito al centro anziani del rione Bozzano, a Brindisi, preceduta dai sopralluoghi presso i centri vaccinali situati presso l’ipermercato Conforama di Fasano e il Palasport2006 di Ceglie Messapica. Lopalco ammette che la situazione in Puglia “è in peggioramento, come in tutta Italia”. Non ha caso ieri sera il governatore Michele Emiliano ha emesso un’ordinanza che impone nuove restrizioni.
“E’ inutile girare intorno alla questione. Siamo – afferma l’assessore – in piena terza ondata. Quella terza ondata che tutti temevamo è arrivata. E’ arrivata in questo periodo come tutti ce lo potevamo aspettare. Noi da subito abbiamo chiesto un inasprimento delle misure perché la situazione è in velocissimo peggioramento”. C’è da aspettarsi, dunque, che la Puglia passi da zona gialla ad arancione. Il dubbio verrà sciolto domani, quando il ministero della Salute, a seguito della pubblicazione dei dati sul monitoraggio del Comitato tecnico scientifico, emetterà la consueta ordinanza settimanale sulle fasce di rischio.
“Stiamo aspettando il report del ministero – afferma l’assessore – ma i dati sono da zona arancione. Questi dati li avevamo già visti e comunicati. Avevamo chiesto al ministero di far presto con queste disposizioni. Abbiamo dovuto anche fare ordinanza di restrizione per le province di Bari e Taranto, dove si è già oltre i 250 casi per 100mila, che in base al Dpcm le pongono in una situazione bisogna comportarsi come se fossimo in zona rossa”.
In un contesto così critico, sarebbe di vitale importanza imprimere un’accelerazione alla campagna vaccinale, che purtroppo, a livello nazionale, procede a singhiozzo. “I vaccini che ci arriveranno fino alla fine del mese – ammette Lopalco – sono pochini. Non è un caso che noi stiamo allestendo questi hub, ma non sono pienamente funzionanti”. Basti pensare che all’hub di Fasano si potrebbero fare migliaia di vaccinazioni i al giorno, “ma non abbiamo afferma Lopalco – migliaia di vaccini per il momento”. Le nuove scorte, però, arriveranno. “Presto – spiega l’epidemiologo – sarà licenziato il vaccino Johnson & Johnson. Sicuramente fra quelli che sono in arrivo ad aprile, più questi nuovi produttori, siamo sicuri che in aprile avremo queste strutture pienamente funzionanti”.
Lopalco elogia l’impegno profuso dalle Asl e da tutti gli operatori sanitari. “Mi sta colpendo l’entusiasmo – dichiara – che tutto il sistema sta mettendo per far sì che la Puglia, come già sta succedendo, vada avanti molto velocemente con il programma di vaccinazione”. L’obiettivo è adesso quello di completare la campagna vaccinale sugli over 80 entro i primi giorni del mese di aprile. “Le prenotazioni fino a giugno – spiega – sono fittizie. Queste persone saranno richiamate. Perché entro marzo i vaccini per gli over 80 arriveranno. Al massimo si slitterà ai primi di aprile ma non oltre. Grazie ad accordi con i medici di medicina generale, insieme agli over 80, partiremo anche con i soggetti della categorie molto fragili. Saranno avviate a fine mese, si completeranno entro i primi di aprile. A giugno saremo in piena campagna di vaccinazione di massa con i più giovani”.