Menù principale

Medici non vaccinati contro il Covid, l’Ordine ne sospende altri nove. Alcuni lavorano anche negli ospedali

Medici non vaccinati contro il Covid, l’Ordine ne sospende altri nove. Alcuni lavorano anche negli ospedali
Fonte :Brindisireport.it
Si aggiungono ai 14 già sospesi nei giorni scorsi, alcuni lavorano anche negli ospedali. Il presidente Oliva: “Questo problema si somma a una situazione di per sé drammatica”
Arturo Oliva, da presidente dell’Ordine dei medici di Brindisi, ha il polso della situazione. Ed è preoccupato. Oggi, lunedì 10 gennaio 2022, mentre entrano in vigore misure più stringenti contro la pandemia e mentre il Covid continua a imperversare con la sua quarta ondata, il direttivo dell’Ordine ha dovuto ratificare altre nove sospensioni. Si tratta di nove medici che non si sono vaccinati contro il Covid. Si sommano ai 14 già sospesi nei giorni scorsi. In 13 si sono visti confermare la sospensione in prosecuzione con il provvedimento dell’Asl di Brindisi. E’ dal 31 dicembre 2021, infatti, che le prerogative sugli accertamenti sono passati ai vari ordini provinciali.
Altre due posizioni sono ancora da vagliare, per inconvenienti burocratici. Sale a 23, dunque, il numero dei professionisti che non possono esercitare, nel Brindisino. Mancanze importanti, alcuni dei medici sospesi lavorano negli ospedali. Mancanze che si fanno sentire, in un momento in cui la sanità sta subendo un forte “stress test”. Certo, meglio nove rispetto ai 30 la cui posizione rispetto al ciclo vaccinale era sub iudice la settimana scorsa. Ma comunque nella battaglia contro la pandemia e contro le altre malattie – che non attendono certo in panchina – nove assenze sono importanti.
Preoccupato, come detto. Arturo Oliva aveva già spiegato che queste decisioni non si prendono a cuor leggero. “Dover rinunciare anche a un solo operatore sanitario che non ha ottemperato all’obbligo vaccinale dispiace molto”, aggiunge Oliva, che analizza la situazione: “Come Ordine dobbiamo sospendere, in queste situazioni. Poi, quello che sta succedendo è davanti agli occhi di tutti: siamo in difficoltà. Tanti operatori sanitari si stanno infettando in servizio”.
Qualche dato sulle vaccinazioni dei medici dell’Asl di Brindisi: su 1.336 medici in servizio, in 1.218 hanno ricevuto la terza dose booster. Sono il 91,2 per cento. Sempre dai dati Asl, risultano in 1.296, al 6 gennaio 2022, che hanno ricevuto la prima dose. Dunque, sono in 40 a non aver ricevuto neanche una dose di vaccino, per motivi vari.