Menù principale

METEO SABATO E DOMENICA 4 E 5 SETTEMBRE 2021

METEO SABATO E DOMENICA 4 E 5 SETTEMBRE 2021

Fonte: ilmeteo.it

Cambia nuovamente il tempo. E’ confermato l’arrivo di un vortice di bassa pressione pronto ad inviare una perturbazione atlantica che tra sabato e domenica è destinata a colpire almeno mezza Italia, provocando numerosi temporali.
A conti fatti l’autunno meteorologico appena iniziato cerca subito di farci dimenticare le belle e calde giornate che hanno caratterizzato i mesi estivi, proiettandoci così all’interno di una fase sicuramente più instabile.
Attenzione. Se anche questa prima perturbazione settembrina in arrivo dall’Atlantico non sarà in grado di colpire tutto il nostro Paese in forma omogenea, potrebbe provocare un’ulteriore brutta sorpresa a cavallo dell’imminente primo weekend di settembre: si rischiano infatti anche dei nubifragi.
Ma vediamo più nel dettaglio cosa ci aspetta nel fine settimana.
La giornata peggiore sul fronte meteorologico sarà sicuramente quella di sabato. Gran parte del Centro e del Sud dovranno infatti fare i conti con tante nubi,cariche di piogge, rovesci temporaleschi, localmente a carattere di nubifragio.
Sotto osservazione, già dal mattino, ma soprattutto nella seconda parte della giornata e almeno fino a sera inoltrata, saranno molti settori del Lazio, con possibilità di temporali fino a Roma, l’Abruzzo, il Molise, la Campania e i settori centro-settentrionali della Puglia. Saranno questi i settori dove si manterrà più elevato il rischio di temporali anche di forte intensità.
Ma un po’ di pioggia, nel corso della giornata, non è da escludere pure sul resto del Sud, su alcuni tratti della Sicilia e sui settori più orientali della Sardegna.
Registreremo condizioni più asciutte sul comparto tirrenico del Centro e su buona parte del Nord, dove l’unico vero rischio di precipitazioni sarà a carico dei rilievi alpini e solo localmente su quelli prealpini.
Arriviamo così alla giornata di domenica quando il fronte atlantico proseguirà la sua marcia verso Sud. Saranno infatti le regioni meridionali a subire la maggiore instabilità, specie Puglia, Basilicata, Calabria e i comparti più settentrionali della Sicilia. Su queste zone saranno ancora possibili intensi rovesci, anche a carattere temporalesco.
Solamente con il calar del sole il quadro atmosferico tornerà a dare segnali di miglioramento anche al Sud.
Ci sarà un’altra fetta del Paese che potrà godere di un contesto decisamente più stabile e tranquillo. Ci riferiamo al Centro e al Nord, dove la stabilità atmosferica tornerà protagonista, minacciata solo da qualche improvviso acquazzone pomeridiano a ridosso dei rilievi appenninici laziali e di quelli alpini occidentali.