Menù principale

Preghiera del Medico

A cura del doc Salvatore Pungente

«Dio mio, riempi la mia anima per l’Arte e per tutte le Creature.
Non lasciare che la sete di guadagno e la brama della gloria influenzino l’esercizio della mia Arte allontanandomi dal nobile dovere di far del bene a tutte le Creature.
Fa’ che in colui che soffre io non veda altro che un Uomo.
Fa’ che la mia mente rimanga limpida al cospetto del letto del malato, affinché io possa ricordare ciò che l’Intelletto e la Scienza mi hanno insegnato.
Fa’, o Signore, che i miei pazienti abbiano fiducia in me e nella mia Arte.
Fa’ che seguano le mie prescrizioni ed i miei consigli.
Allontana dal loro letto i ciarlatani, la folla dei parenti sempre prodiga di consigli e le comari che credono di sapere tutto di ogni cosa, poiché si tratta di gente pericolosa che riesce spesso, per vanità e presunzione, a far fallire anche le migliori cure dell’Arte e conduce non di rado alla morte.
Se gli ignoranti mi criticano e si fanno beffa di me, fa’ che l’amore per la mia Arte sia più forte delle loro derisioni e che io possa perseverare nella giustizia senza badare al prestigio, alla fama ed alla età dei miei avversari.
Concedimi, o Signore, l’indulgenza e la pazienza di fronte ai malati testardi e seccatori.
Fa’ che io sia moderato in ogni cosa, ma che sia insaziabile il mio amore per la Scienza.
Allontana dal mio cuore la presunzione che nulla vi sia per me di inconoscibile.
Concedimi la forza, la volontà e le occasioni di accrescere le mie conoscenze.
Fa’ che in ogni momento io possa scorgere la presenza di cose di cui non sospettavo neppure l’esistenza, poiché l’Arte nostra è vasta e lo Spirito umano mai finisce di percorrere la strada del Sapere».
di Abu Imram (Cordova 1135 – Tiberiade 1204)

La professione del medico e’ nobilissima e affascinante ma anche delicatissima e difficile. Questo perche’ un medico prima di essere tale e’ una persona, una persona che non e’ un super Eroe o una divinita’ che puo’ disporre tutto in maniera facile e senza problemi. Ci sono professionisti seri, preparati e pieni di voglia, che hanno investito la propria vita per la professione scelta ma che spesso non trovano risposte alle tante domande della vita e della professione. Ci sono innumerevoli battaglie ogni giorno e sono quelle che ogni essere umano fa’, ed i dubbi ed i pensieri sono sempre gli stessi perche’ la vita e la professione si intrecciano quotidianamente e le storie sono assai spesso stupende. Capita di dimenticare perche’ si e’ scelta questa professione e puo’ succedere che non la si e’ scelta nemmeno per grandi ideali come il collettivo si aspetta. Magari e’ solo accaduto perche’ per qualche ignoto motivo doveva accadere. Puo’ accadere che la scelta sia stata fatta per motivi piu’ umani: per essere apprezzati, per sentirsi forti ed invincibili, per il desiderio di curare un giorno i propri cari, per proteggersi dalla paura della morte e forse talvolta della vita stessa. Per la fine di quest’anno ho voluto terminare con una bella preghiera che sia di auspicio alle giovani leve e ai tanti uomini e donne di buona volonta’ che credono ancora in questa sorta di sacerdozio. Buon fine anno e felice anno nuovo.