Menù principale

SULLE CARTELLE DELL’ARNEO, LA POLITICA È ASSENTE

SULLE CARTELLE DELL’ARNEO, LA POLITICA È ASSENTE
Fonte Mesagne Sera

“Abbiamo presentato migliaia di ricorsi molti dei quali li abbiamo vinti. Le notifiche, però, continuano ad arrivare”. E’ quanto ha dichiarato l’altro ieri il consigliere comunale Carmine Dimastrodonato, promotore e coordinatore del Comitato civico mesagnese “Contro l’Arneo”. “Chiedo aiuto a tutti, ma non trovo una sponda – ha aggiunto -. Ci siamo inventati la “class action”, che è stata accolta, che ci ha aperto una spirale di speranza. Purtroppo, però, devo constatare che la politica su questo argomento è assente”. All’incontro promosso da Dimastrodonato, che si è tenuto nell’auditorium del castello, i grandi assenti sono stati i politici, sia locali che nazionali. Era presente solo il consigliere regionale Fabiano Amati (Pd) per il quale – e lo sta ripetendo da anni – questi enti di bonifica vanno soppressi perchè furono inventati negli anni 30 per bonificare le terre paludose non utilizzabili per le coltivazioni e fonte di malattie. “Allora l’Italia era un altro Paese – ha detto Amati -. Terminata la bonifica con il tributo dei cittadini, la tassazione è rimasta e con essa i consorzi. Gli unici politici che possono abolirli sono i parlamentari”. E, nelle conclusioni ha invitato i sindaci a fare fronte comune per fare sentire la loro voce presso la Regione Puglia.