Menù principale

TORRE S. SUSANNA LE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE RECLAMANO UN MEZZO ANTINCENDIO DESTINATO AD ALTRI SCOPI

TORRE S. SUSANNA LE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE RECLAMANO UN MEZZO ANTINCENDIO DESTINATO AD ALTRI SCOPI
Fonte: Lo Strillone
L’emergenza incendi, si sa, riguarda anche la provincia di Brindisi e le sue estese campagne un tempo rigogliose, oggi funestate dalla Xylella Fastidiosa. E anche per questo le numerose associazioni di protezione civile esprimono malumore per la “fine” che ha fatto il mezzo antincendio boschivo e polifunzionale in uso al Comune di Torre Santa Susanna che era stato acquistato, negli anni passati, con 70mila euro destinati a tal fine dalla Regione Puglia. Il Suv, inizialmente concesso in uso ad “Agata Gallù” e “Ser Antonio Bianco”, non è a disposizione dei volontari dal mese di ottobre 2019, quando l’Amministrazione comunale decise di sottrarlo loro temporaneamente.
Nel tempo, c’è stato anche un altro bando al quale hanno partecipato ben cinque associazioni di prociv al fine di riportare il veicolo alla sua originaria funzione. Infatti, pare che pare sia utilizzato come camioncino tutto-fare dai lavoratori socialmente utili in forza all’ente.
Le associazioni che si occupano di contrastare i roghi, intanto, non ci stanno e ne rivendicano l’impiego. Nella speranza che il modulo antincendio – nel frattempo, smontato – non sia stato accatastato a marcire in qualche deposito comunale