Menù principale

Uccide la sua ex compagna e poi si suicida impiccandosi

Uccide la sua ex compagna e poi si suicida impiccandosi
Fonte : Brindisi Report
Uccisa mentre andava a lavoro dall’ex compagno, che poi si è tolto la vita all’interno della sua abitazione. Il gravissimo episodio di cronaca si è verificato intorno alle ore 7 di oggi (giovedì 1 settembre) a Villa Castelli. La 48enne Giuseppina Fumarola, residente a Villa Castelli, è stata uccisa a colpi di arma da fuoco a pochi metri da una sartoria situata in via Galileo Galilei, nei pressi della strada per Grottaglie, in cui prestava servizio (nella foto in basso, l’azienda tessile). Dopo aver compiuto il delitto, l’uomo, l’operaio edile Vito Sussa, 52 anni, anch’egli del posto, si sarebbe recato nel garage della propria abitazione in via Alessandro Volta, situata a circa 50 metri dalla scena del crimine, dove si è impiccato. Sul posto i carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Brindisi, il personale del 118 e la Polizia Locale di Villa Castelli. I sanitari hanno prestato soccorso ad alcune colleghe della 47enne, colte da malore.
La donna aveva due figli, una giovane di 27 anni e un ragazzo 21enne, nati da un matrimonio conclusosi anni fa. Circa un anno fa, da quanto si apprende, aveva allacciato una relazione con Sussa. I due si erano lasciati di recente. La dinamica dei fatti è al vaglio dei militari, che hanno acquisito le immagini riprese dalle telecamere di cui è dotata l’azienda tessile. In corso rilievi anche da parte degli esperti del Ris dell’Arma
Da una prima ricostruzione dei fatti, l’uomo avrebbe atteso a piedi la 48enne, sulla strada che conduce alla sartoria. Una volta arrivata, le avrebbe teso un vero e proprio agguato, esplodendo nei suoi confronti due colpi di fucile. Nella casa di Sussa i carabinieri hanno rinvenuto tre fucili utilizzati per la caccia e due pistole. Le armi erano legalmente detenute. Da quanto appurato non c’erano denunce pregresse per casi di maltrattamenti o di stalking. Sussa era incensurato. Gli sforzi degli investigatori si stanno concentrando principalmente sul movente dell’atroce delitto. Amici e parenti della 48enne e del 52enne sono stati ascoltati per fare chiarezza.
Nel primo pomeriggio la salma è stata restituita ai familiari. Domani alle 17 nella chiesa di San Vincenzo De Paoli si svolgeranno i funerali.