Menù principale

Un 37enne di Maruggio (comune della provincia di Taranto), deceduto in una rssa del basso Salento dove era ospite da anni.

Un 37enne di Maruggio (comune della provincia di Taranto), deceduto in una rssa del basso Salento dove era ospite da anni.
Fonte: Corriere Salentino
Sei indagati per la morte di G.M., un 37enne di Maruggio (comune della provincia di Taranto), deceduto in una rssa del basso Salento dove era ospite da anni. La pm Paola Guglielmi, titolare del fascicolo d’indagine, ha iscritto nel registro degli indagati i nomi del legale rappresentante della struttura e di cinque medici che hanno tenuto in cura il giovane negli anni della sua degenza all’interno della rssa. Si ipotizza l’accusa di omicidio colposo in vista dell’autopsia fissata per l’8 marzo e affidata al medico legale Alberto Tortorella.
L’uomo, affetto da alcuni disturbi psichici, si trovava ricoverato da tempo nella residenza salentina. A metà febbraio, però, le sue condizioni fisiche si aggravano improvvisamente. La zia del giovane (nominata da tempo tutore) viene infatti informata dagli operatori della struttura che il nipote non sta bene e che necessita di un ricovero. Effettivamente G.M. viene trasferito presso l’ospedale di Casarano e preso in consegna dai medici del reparto di medicina generale. Le condizioni di salute, però, precipitano in poche ore fino al decesso comunicato ai familiari nel pomeriggio di venerdì 18 febbraio.
Sempre la stessa zia si presenta presso la caserma dei carabinieri della stazione di Casarano dove formalizza una denuncia-querela per consentire così agli investigatori di avviare i dovuti accertamenti. Il giovane, a dire della parente stretta, non sarebbe stato alimentato a sufficienza e sarebbe morto “denutrito” mentre ulteriori dubbi si soffermano anche sulla terapia farmacologica somministrata durante il ricovero nella residenza. Dopo l’acquisizione delle cartelle cliniche e le successive identificazioni del personale medico e del legale rappresentante sono scattate le iscrizioni nel registro degli indagati.